S.D.R - Modi digitali e Hobby di i3pxn Carlo

Vai ai contenuti

Software Defined Radio?

http://websdr.org/


Software-Defined Radio receiver conesso a internet  


La Software Defined Radio, in sigla SDR, è una tecnologia in via di sviluppo che permette di costruire ricevitori radio non più hardware ma completamente software che a differenza degli altri sono multistandard. Multistandard semplicemente vuol dire che, poiché tutti gli standard presenti possiedono caratteristiche simili, come ad esempio l'accesso al canale, il ricevitore SDR funziona con tutti perché il suo hardware è riprogrammabile attraverso software. Se prima era presente un ricevitore per ogni standard, con SDR si ha un ricevitore riprogrammabile ogni qualvolta si vuole gestire uno standard diverso.


Oggigiorno i ricevitori dei vari standard (UMTS, GSM, Wimax, Satellitare...)sono costruiti completamente hardware e funzionano tutti allo stesso modo, cioè tutti possiedono un'antenna che capta il segnale modulato alla frequenza dello standard usato, un demodulatore che riporta il segnale dalla banda traslata centrata alla frequenza di modulazione in banda base (riporta il segnale attorno all'origine) e un blocco di conversione analogico digitale che converte il segnale continuo in segnale numerico. I vantaggi ad avere un ricevitore unico sono notevoli ma tra questi sicuramente citiamo i due più importanti:


   L'estensione della funzionalità del sistema ad un ampio intervallo di trasmissioni radio. Inoltre si potranno aggiungere nei terminali mobili nuovi servizi ed aggiornamenti che potranno essere realizzati in maniera automatica ed in autonomia.
   La riconfigurabiltà: essa permette al sistema riprogrammabile di estendere le capacità del terminale senza la sostituzione di alcuna parte hardware. in questo modo più standard possono essere gestiti tranquillamente da un solo ricevitore.


I ricevitori odierni prima di eseguire l'operazione di conversione del segnale da analogico a digitale effettuano la demodulazione dello stesso portandolo dalla banda traslata centrata attorno alla frequenza di modulazione alla banda base (centrare lo spettro attorno allo 0). Nel SDR questa operazione si elimina perché la conversione la si effettua direttamente in banda traslata senza trasportare lo spettro del segnale in banda base. Ciò però risulta al momento difficile da implementare perché, se ad esempio consideriamo lo standard wireless che funziona ad una frequenza portante di 2,4GHz, per il teorema del campionamento di Nyquist, affinché si possa ricostruire per bene il segnale è necessario usare una frequenza di campionamento (fc) pari almeno al doppio della frequenza massima dello spettro (cioè almeno il doppio della banda), quindi in questo caso abbiamo fc=5 GHz circa che corrispondono a circa 5 miliardi di campioni al secondo. Al giorno d'oggi è impossibile riuscire ad ottenere questa mole di campioni, ma l'evoluzione tecnologica e il tasso di incremento della potenza di calcolo prospettano un soluzione al problema entro tempi non lontani. al momento esiste una versione che prevede dopo la ricezione da parte dell'antenna una demodulazione del segnale ad una frequenza intermdia alla frequenza portante la frequenza nulla per fare in modo che i campioni necessari a ricostruire il segnale siano in numero più limitati e solo dopo la conversione analogica digitale.

Questo articolo è stato inviato da Alessandro IZ0OWN


Due schede audio esterne che io, ho sperimentato con buoni risultati vanno bene per ricevere e trasmettere sia, con i modi digitali che con rx o rtx SDR.
Sound Blaster X-Fi Surround 5.1 Pro
Si installano i drivers da dischetto in dotazione con cavetto porta usb computer e scheda audio inserito Poi si collegano i due cavetti : segnale uscita a cuffie segnale entrata a microfono o Line (consigliato) (vedere foto.)


Scheda audio TERRATEC AUREON XFIRE 8.0HD
Il funzionamento di questa scheda audio è simile a quanto descritto sopra.


Hardware

Ho sperimentato alcuni hardware s.d.r (in ricezione) con buoni risultati non paragonabili a
mio modesto parere a, rtx semiprofessionali vi stò parlando di s.d.r a basso costo.
Built SoftRock RX Ensemble II LF Receiver             http://fivedash.com/




Soft66RTL                           http://zao.jp/radio/soft66rtl/





Info soft66rtl con HDSDR :
Per frequenze HF radioamatorioli;
scaricare da internet software HDSDR
installarlo; scaricare e copiare nella stessa
directory zadig
collegare cavi a computer input, usb,interuttore in on tutto verso mini usb cavo antenna da lato potenzometro e led. Accendere computer il led deve essere di colore verde entrare nella directory dove è stato installato HDSDR lanciare zadig andare su Options evidenziare List All Devices riga sotto deve comparire RTL2838UHIDIR a questo punto premere install Driver. Fatto questo lanciare HDSDR premere con tasto sinistro
del mouse su Extio vedere se c'è Device uscire e con tasto destro mause sempre
su Extio impostare come da foto ritornare su HDSDR premere Start  portarsi
su frequenza hf segliere cw,usb, ecc trovare stazione che trasmetti ed ascoltare.
Altro riferimento

Ciavetta RTL Ricevente del Sintonizzatore DAB + DSP + FM + SDR RTL2832U
Questo tipo di chiavette sono nate per la ricezione della tv -digitale terrestre-
con copertura da 60 a 1700 Mhz quindi utilizzabili per la ricezione dei 144/432 Mhz ma, da anni poco interessato a queste frequenze ho pensato se si poteva modificarle per la ricezione delle HF. lo spunto lo ho trovato sul sito di I6IBE Ivo http://www.radioamatoripeligni.it/i6ibe/
Aggiungendo un piccolo trasformatore 8+8 spire secondario 8 spire ho trasformato la mia chiavetta in un RX con copertura da 0 a 30 Mhz.


Con questi due - RX-RTX - si passa a una categoria superiore di apparati
http://www.woodboxradio.com


In questa pagina elenco alcuni Software free (gratis) defined radio

HDSDR       http://www.hdsdr.de/  
           


   Rocky    http://www.dxatlas.com/Rocky/



SDRSHARPh   http://airspy.com/


Studio1 a (pagamento)    http://www.woodboxradio.com/studio1.html

Torna ai contenuti